Illusione (1952)

Registrando “alla cieca” di notte su piccoli canali locali, ho beccato per puro caso “Illusione” (The Man Who Watched Trains Go By, 1952) di Harold French (in DVD Sinister Film 2018) tratto dal romanzo L’uomo che guardava passare i treni (L’Homme qui regardait passer les trains, 1938) di Georges Simenon.

Per puro caso il cursore mi finisce in un punto del film in cui stanno giocando a scacchi, e quindi anche se il film non mi interessa devo comunque “lavorarlo” per questo blog: se i solerti compilatori della Rete di liste “cinema e scacchi” si rendessero conto che esistono più citazioni scacchistiche che film…

Scopro che il romanzo di Simenon è a fortissima carica scacchistica e mi stupisce non averlo trovato ai primi posti in quelle liste che promettono “scacchi e letteratura”: ad occhio mi sembra in pratica un romanzo giallo sugli scacchi, quindi mi riprometto di approfondirlo in futuro. Qui mi limito alla breve scena del film in questione.

Non conosco la trama ma è chiaro che la tesa partita in questione è una di quelle “simboliche” che ormai è chiaro costituiscano la regola del cinema americano. I due giocatori sono chiaramente un “colpevole” e un “indagatore”, e chi li osserva – l’attempato Claude Rains – parteggia per il colpevole, essendone probabilmente complice.

Quando il “colpevole” – interpretato dal giovane Herbert Lom, futuro Dreyfus dei film della Pantera Rosa – afferma di doversi arrendere è chiaro che non sta parlando solo della partita. Interviene Rains e si mette al suo posto, cercando di salvare la situazione con il giocatore “indagatore”.

Ma ormai è chiaro che qualsiasi cosa abbiano commesso i due, sono senza scampo: lo scacco matto finale ne è la prova.

Una curiosità. Ad un certo punto il labiale dice chiaramente «check», che poteva essere reso con “scacco”, invece il doppiaggio sceglie «Al re».

Leggendo il romanzo saprò con più sicurezza la dinamica della scena, ma per ora mi basta citare questa scena da un film inedito per decenni in Italia, prima del recupero in digitale del 2018.

L.

– Ultimi post simili:

Informazioni su Lucius Etruscus

Saggista, blogger, scrittore e lettore: cos'altro volete sapere di più? Mi trovate nei principali social forum (tranne facebook) e, se non vi basta, scrivetemi a lucius.etruscus@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Film. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Illusione (1952)

  1. Pingback: L’uomo che guardava passare i treni (1938) | CitaScacchi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.