Renegade 1×16 (1993)

Anche la serie TV “Renegade”, in replica su IRIS nei fine settimana (anche se non la trovate sulle guide TV!), vanta la sua bella scena di scacchi: in questo caso nell’episodio 1×16 (8 febbraio 1993), Sfida infernale (Billy), andato in onda lo scorso 9 febbraio.

Bobby si prepara all’attacco finale

Malgrado nessuno tocchi i pezzi, assistiamo alla solita partita che simboleggia lo scontro fra i due personaggi: il co-protagonista Bobby Sixkiller (Branscombe Richmond) e lo sceriffo alcolizzato Roy Stoner (Lance LeGault), che pare giochi meglio con parecchio alcol in corpo.

La partita è interrotta da Cheyenne (Kathleen Kinmont)

Si tratta di una scena di pochi secondi ma testimonia come il “nobil giuoco” sia insostituibile nel cuore degli sceneggiatori nel costruire una scena di scontro psicologico e soprattutto come simbolo di una sfida complessa fra i personaggi.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Televisione | 2 commenti

Giallo come il fiore dello zolfo (2019)

Lo scrittore Stefano Sala, amico di questo di lunga data, mi segnala l’uscita di un suo nuovo romanzo: “Giallo come il fiore dello zolfo” (2019) per Qanat, disponibile anche su Amazon.
Ecco la trama:

«Un romanzo in cui l’autentica protagonista è la Sicilia, con le sue strepitose bellezze, le sue innegabili risorse e le sue contraddizioni che, in parte, traggono origine proprio dall’annessione del 1860. Un romanzo con un finale assolutamente plausibile, crudele e ironico, in quanto la Storia – usiamo la maiuscola… – si prende la rivincita sulla immutabile cupidigia di certi uomini.» (dalla prefazione di Riccardo Parigi). Postfazione di Bruno Telleschi.

Stefano ci regala un estratto particolarmente scacchistico del romanzo:

Continua a leggere

Pubblicato in Libri | Contrassegnato | Lascia un commento

The Dreaming 14 (2019)

Cover di Yanick Paquette

Copertina di Yanick Paquette e Nathan Fairbairn per il numero 14 (dicembre 2019) del fumetto “The Dreming“, della serie “The Sandman” (DC Vertigo).

Essendo un fumetto DC è totalmente incomprensibile e nulla ha senso, ma all’interno mi sembra di scorgere una grande vignetta che ha qualcosa… di scaccoso!

Chissà se è una citazione scacchistica…

L.

– Ultimi post su scacchi e fumetti:

Pubblicato in Fumetti | Contrassegnato | 2 commenti

Dracula (2020)

Già il Moro di Storie da Birreria e Cassidy de La Bara Volante hanno parlato di questa splendida serie TV britannica, che proprio Cassidy mi ha fatto conoscere introducendomela nel migliore dei modi: l’intera seconda puntata è una partita a scacchi!

La miniserie “Dracula” (2020) di Steven “Sherlock” Moffat mi ha subito conquistato con due episodi capolavoro e un terzo molto bello ma leggermente inferiore. Parliamo comunque di un prodotto di altissima qualità, pur con i suoi piccoli difettucci.

La storia non si limita al solito Dracula (l’eccezionale danese Claes Bang) che ripete per la milionesima volta una storia ispirata all’inflazionato romanzo di Stoker: è una divertentissima reinterpretazione, a volte dissacrante, dell’eterna partita a scacchi fra Dracula e Van Helsing. Anche se stavolta… si tratta di suor Agatha Van Helsing!

Suor Agatha Van Helsing: personaggio dell’anno!

La partita a scacchi della seconda puntata è perfettamente in linea con l’uso medio del “nobil giuoco” nella narrativa: il simbolo di un gioco complicato in atto fra i protagonisti, un piano diabolico o una strategia machiavellica. E come sempre… funziona bene!

Il miglior Dracula da decenni!

Una serie assolutamente consigliata, e una puntata “scaccosa” davvero ghiotta.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Televisione | 2 commenti

Bettie Page: Unbound (2019)

Cover di Scott Chantler

La casa statunitense Dynamite Entertainment negli ultimi anni ha recuperato un personaggio del passato e l’ha riportato a novella vita. Bettie Page posava per le riviste di moda nella prima metà del Novecento e il suo aspetto fisico è diventato il simbolo delle pin up. Già sbarcata nel mondo del fumetto, la Dynamite si è immaginata una nuova vita segreta per lei: modella di giorno… agente segreto dell’occulto di notte! All’insaputa dei lettori delle riviste su cui appare, Bettie lavora per un’agenzia paragovernativa occupandosi di eventi paranormali e combattendo mostri e dèi.

Una delle più mitiche partite a scacchi della cultura popolare

Nella saga Bettie Page: Unbound (2019), di cui ho parlato qui, la nostra eroina è vittima di un dio di Cthulhu che la fa viaggiare in altri universi narrativi, da quello di Red Sonja a quello di Vampirella, e le copertine alternative della serie si sono sbizzarrite in ogni direzione.

Ecco dunque la splendida copertina disegnata da Scott Chantler come variant cover del quarto numero (luglio 2019).

La Morte (Bengt Ekerot) e il Cavaliere (Max von Sydow) © 1957 Svensk Filmindustri

Spero non ci sia bisogno di specificare che si tratta di una geniale citazione de Il Settimo Sigillo (1957) di Ingmar Bergman.

Illustrazione di Scott Chantler

L.

– Ultimi post su scacchi e fumetti:

Pubblicato in Fumetti | 2 commenti

Il Grinch (2018)

Un altro caso di “scacchi canini”

Il blog acquista un nuovo “segugio” stanatore di citazioni: Zio Portillo. È lui che ad inizio gennaio mi ha segnalato una citazione scacchistica da un classico film d’animazione natalizia, “Il Grinch” (2018) della Illumination (in DVD e Blu-ray Universal).

Fra le tante azioni malvagie del verde protagonista – con la voce di Benedict Cumberbatch in originale e quella di Alessandro Gassmann in italiano – c’è quella di barare a scacchi.

Un giocatore poco etico

Non potendo permettere che il suo amico a quattro zampe vinca, lo distrae e getta le sue pedine. Ma è proprio cattivo!

Il vincitore però resta solo

Il Blog di Ema nel suo “calendario blog dell’avvento” ha parlato anche del Grinch.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Cartoni animati | Lascia un commento

Il guardiano (2001)

Tygh Runyan e Tom Berenger si apprestano a giocare

Già ho parlato ne Il Zinefilo del film “Il guardiano” (Watchtower, 2001) di George Mihalka (in DVD Eagle Pictures), qui mi limito a mostrare schermate prese dal passaggio televisivo su 7Gold del 7 gennaio 2020.

Tom si “carica” prima di giocare

Art Stoner (Tom Berenger) è un pericoloso assassino in cerca di un posto dove starsene rintanato ad aspettare che si calmino le acque dopo il suo ultimo omicidio: accettare il lavoro di guardiano del faro sembra davvero perfetto.

Tygh non mi pare proprio desideroso di iniziare la partita

Mike O’Conner (Tygh Runyan) è un ragazzo spiantato che in mancanza di meglio accetta un lavoretto come manutentore del faro, in attesa di capire cosa fare nella vita.

Dobbiamo stare per mesi da soli in una stanza… Partitina?

Nella gelida Victoria canadese Art e Mike dovranno passare molto tempo a stretto contatto, nella stanzetta del faro, e per conoscersi meglio una partita a scacchi è perfetta.

Tra fumo e alcol, inizia il “nobil giuoco”

Bastano poche mosse perché Mike capisca che Art non è l’uomo tranquillo e pacifico che vuol far credere d’essere: troppa rabbia repressa, troppa tensione sottopelle, e una violenza nel gioco esagerata.

Per favore, le togliamo quelle mani dalla scacchiera?

La scena scacchistica dura poco ma è altamente simbolica, perché introduce la “vera” partita che inizierà fra i due personaggi: quella metterà a rischio le rispettive vite.

Mi sa che Tom l’ha persa da tempo, la sua partita…

Il film è indegno d’esser visto, una stupidata immonda, ma la scena scacchistica è gagliarda.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Film | 4 commenti

Non mi scaricare (2008)

Nel film “Non mi scaricare” (Forgetting Sarah Marshall, 2008) di Nicholas Stoller (in DVD Universal) alcune coppie si ritrovano alle Hawaii dove dovranno affrontare problemi sentimentali… ma anche sessuali.

In una breve scena, il cantante di successo Aldous Snow (Russell Brand) si prende a cuore la causa di un giovane sposino inesperto che non sa bene cosa fare con la moglie a letto. Pedine di scacchi giganti: cosa c’è di meglio per un corso rapido di educazione sessuale?

Il personaggio di Aldous Snow torna in solitaria nel film “In viaggio con una rock star” (Get Him to the Greek, 2010, in DVD Universal), sempre di Nicholas Stoller, ma purtroppo senza citazioni scacchistiche.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Film | 1 commento

Fantasy & Science Fiction (1986)

Illustrazione di copertina firmata da Wayne Barlowe per la rivista di narrativa fantascientifica “Fantasy & Science Fiction” (volume 71, n. 3) del settembre 1986.

La copertina “scaccosa” serve a lanciare il romanzo breve “Queenmagic, Pawnmagic” di Ian Watson, purtroppo inedito in Italia: il titolo fa pensare ad una trama scaccosa.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Arte, Riviste | Lascia un commento

Vuoto mentale (1989)

Michael Ironside alla scacchiera

Il mese scorso ho fatto appena in tempo a festeggiare i trent’anni dell’uscita del film “Vuoto mentale” (Mindfield, 1989), film assolutamente dimenticabile che si salva solo per la presenza del mitico Michael Ironside.

Pedina inconsapevole di un gioco più grande di lui, che però inizia a capire e a manovrare, il protagonista non poteva resistere all’immancabile scena alla scacchiera, simbolo di grana grossa della trama complessa e complicata.

Il simbolo di una trama (inutilmente) complicata

A parte il naturale carisma dell’attore, il resto del film non vale la visione.

L.

– Ultimi post simili:

Pubblicato in Film | 2 commenti